martedì 29 settembre 2015

wish list libresca

ciao a tutti,
in questi giorni mi sono accorta di non aver più pubblicato una wish list e così mi sono ripromessa di farle il prima possibile.. intanto voglio cominciare da questa che è quella con più cose ovviamente..

trilogia del mondo d'inchiostro
                                                            
il dono della fata
                                              
le streghe del west
                                                                 

le streghe del tempo
                                                             
il miniaturista

                                                      
uomini senza donne


the maze runner
                                                         Risultati immagini per maze runner libro

the queen of  the tearling
                                                         
                                                           

ever after high
                                                            Risultati immagini per ever after high libro

e per ora mi fermo qui perchè ce ne sarebbero tanti nella mia wish list, però diciamo che questi sono quelli a cui spiro di più attualmente.

venerdì 25 settembre 2015

manga e book haul

ciao a tutti,
eccoci qua con un altro book haul e sono felice di farvi vedere questa parte degli acquisti.
finalmente sono usciti in fumetteria dei numeri che non vedevo l'ora di avere tra le mani..
partiamo subito con:

rosario vampire 14 che se non sbaglio dovrebbe essere l'ultimo.. peccato!!! un pò mi dispiace che sia finito, mi ero affezionata molto a madoka.. speriamo che il finale non sia deludente.
appena lo terminerò farò la recensione della saga completa.

yamada kun e le sette streghe.
non vedo l'ora di leggerlo e come vi ho già detto diverse volte questo è il mio manga preferito in assoluto..
mi fa morire dal ridere e non cade mai nel banale.

suicide island 1-2.
questo lo ha preso il mio moroso e mi ha incuriosito parecchio.. per ora ho letto il primo e non mi dispiace, anche se lo trovo molto macabro e inquietante..  siamo solo all'inizio quindi non voglio dare giudizi troppo affrettati.

passando ai libri, attualmente ho solo questi. uno l'ho ricevuto in scambio e l'altro invece l'ho pagato 3 euro.
le opere di bach l'ho preso dopo suggerimento da parte di un'erborista/farmacista che ho conosciuto durante il corso di 4 giorni (di cui ho accennato). trovo molto affascinante questo campo e avendo ricevuto io stessa dei riscontri positivi con la cura a base di fiori di bach, ho deciso di documentarmi.
per ora ho dato solo una sbirciatina, però mi sembra un testo molto valido.

Ho scoperto che il corriere della sera sta vendendo i libri di John Green al modico prezzo di 7,9€ e visto che ho adorato colpa delle stelle non potevo lasciarmi scappare città di carta. Prima di vedere il film volevo leggere il libro e così eccolo qui. Spero di riuscire a leggerlo quanto prima.

infine, ho comprato questo libro di isabelle allende che volevo da tantissimo tempo.
lo lessi alle superiori e allora lo scoprii grazie alla mia adorata biblioteca. ultimamente ho riletto qualche sua opera, ma mi rimaneva comunque la voglia di rileggermi questo in particolare e dato il costo irrisorio non ci ho pensato su due volte..
finalmente si aggiunge un altro pezzo alla collezione.

con questo ho concluso anche questo post.. buon inizio settimana a tutti..

giovedì 24 settembre 2015

recensione la casa dei fantasmi


buonasera a tutti,
come state? scusate la mia assenza prolungata ma ho partecipato ad un corso che mi ha tenuta fuori casa per 4 giorni.. ve ne parlerò in un post a parte (se ci riesco!!).
intanto voglio parlarvi di questo libro che ho preso in biblioteca , edito da rizzoli e che ho adorato alla follia.. ma andiamo per gradi.
La casa dei fantasmi



trama
1867. Eliza Caine è stata ingaggiata come nuova governante dei bambini di Gaudlin Hall, nel Norfolk. Appena scesa dal treno rischia di cadere sotto i binari, ed è certa che qualcuna l’abbia spinta. Ad accoglierla nella loro dimora sono Isabella ed Eustace, due ragazzini piacevoli, educati, soli: nessun adulto fa la sua comparsa né al suo arrivo né nei giorni che seguono. Ben presto Eliza apprende di essere l’ultima di una serie di governanti finite molto, molto male. Ma nemmeno le sue indagini al villaggio riusciranno a districare i segreti e i misteri che si annidano a Gaudlin Hall e che rischiano di inghiottire anche lei.


quando ho visto l'ambientazione e il tempo non ci ho pensato due volte: l'ho preso!
adoro l'inghilterra cupa e malinconica di quel periodo e poi se ci si aggiunge che è di paura e parla di fantasmi bè come facevo a lasciarlo sullo scaffale?
questa storia è tanto bella quanto inquietante e avevo proprio il bisogno di questo genere che avevo molto accantonato quest'anno.
vi dico la verità: leggendolo di notte, nel pieno silenzio a me ha dato i brividi e fatto venire la pelle d'oca.
quando ero una ragazzina i miei film e libri preferiti erano quelli di paura e non mi spaventavo facilmente, da dopo il parto, invece, non li reggo molto bene e spesso evito.. preferisco i generi un pò più tranquilli ciò nonostante questo libro mi ha fatto rivenire un pò di voglia.
non voglio rivelarvi troppo, ma il finale è  un "non finale" e mi fa pensare che ci sia un seguito, o almeno spero!
lo stile dello scrittore non è uno dei più particolari, ma nemmeno banale in quanto riesce a tenere il lettore incollato al libro fino alla fine. 
anche la storia se vogliamo non è questa grande novità, ma nonostante tutto l'ho apprezzata sin dall'inizio.
l'unica pecca è che forse avrei preferito un pò più spiegazioni in certi punti, qualche approfondimento però tutto sommato forse è stato meglio che sia finito in questo modo. 


voto finale:  5 su 5


venerdì 18 settembre 2015

alla scoperta dei tè a Firenze

buongiorno a tutti carissimi,
verso fine agosto sono riuscita ad andare a Firenze per vedere i negozi e le sale da tè che tanto sognavo.
In realtà sono entrata in un solo negozio e una sola sala del tè, ma erano quelli che più desideravo vedere con i miei occhi.
La prima cosa che abbiamo visitato è stato il negozio tealicious, dove ho comprato questo tè e queste infusiere.
Innanzitutto ho avuto una piacevole conversazione con la proprietaria il quale mi ha dato molti consigli e dritte, ma soprattutto mi ha fatto anche provare il tè che avevo scelto.
Marcella, che è la proprietaria, è una donna molto gentile e disponibile che mi ha aiutato ad entrare ancora di più nel mondo del tè e non vedo l'ora che organizzi qualcosa per potervi partecipare.
Appena sono entrata nel suo negozio, sono stata invasa da tutti i profumi dei tè e mi è piaciuto molto come ha sistemato le varie miscele sul bancone; ovvero, li ha disposti in piccole ciotoline in modo che le persone possano "sniffarle " e sceglierle in piena libertà.
la miscela che ho preso io è la via en rose, un nome che già dice tutto!




Dopo essere stati lì siamo andati alla sala del tè "la via del tè", i quali se non erro ha 3 negozi in Firenze.
Io sinceramente non so a quale delle 3 sono andata di preciso, ma vi posso assicurare che è qualcosa di favoloso.

Finalmente ho trovato una sala del tè come dico io!! il mio sogno più grande è quello di averne una così, ma qui dove sto io, che è un buco di paese, una cosa così non potrà mai esistere.
Comunque, appena entrati, la prima cosa che si vede è il negozio che vende le varie miscele e non ho niente da dire in merito.
Andando avanti, invece, troviamo il "bar" (non quello che intendiamo noi) e la sala dove poterti mettere comodo.
Inutile dire che è tutto perfetto e magico. Le sale sono molto eleganti, trasmettono pace e serenità.

vi lascio le foto che abbiamo fatto e giudicate voi stessi.
 
 non so se notate dietro di  me tutte le miscele che è possibile provare.. io ho preso "sogno di una geisha" ed era la fine del mondo..

sabato 12 settembre 2015

recensione lucertola di Banana Yoshimoto

buon sabato a tutti carissimi lettori,
come state? io sono a lavoro e visto che ho un momento di pausa ne approfitto per scrivere la recensione di questo libro, che tra tutti è quello che mi è piaciuto un pò meno.


trama:
Sei bozzoli di preziosa seta esistenziale. Sei fili tesi dal destino. Sei racconti tessuti in una Tokyo sfolgorante di luci notturne e pulsante di vita. tutti feriti, chi da un trauma infantile, chi da un abbandono, chi da una storia d'amore tormentata, i protagonisti si sono chiusi in un guscio che li protegge ma insieme li separa dal mondo. Le loro esistenze sembrerebbero destinate a scorrere per sempre senza direzione, senza senso, senza sorprese, quando, improvvisa, si manifesta una possibilità di cambiamento radicale, la speranza di un rivolgimento. Ed ecco che sensazioni dimenticate si affacciano di nuovo limpide alla memoria, rimettendo in moto la ruota del tempo, della vita. Lo sguardo di Banana Yoshimoto, innocente e implacabile come una divinità infantile, si posa sui suoi enigmatici personaggi per raccontarne il disagio, l'angoscia, la liberazione, traducendoli in quel suo stile acerbo e sapiente che ne ha fatto in pochi anni una scrittrice amata in tutto il mondo.

Recensione: 
come vi avevo già accennato nel post precedente, questo è uno dei libri di questa scrittrice che non sono riuscita ad apprezzare a pieno.
La trama è bellissima e anche le storie sono altrettanto fantastiche; ho adorato soprattutto quella da cui ha preso il titolo il libro.
Mi aspettavo però un collegamento tra le storie che invece non c'è stato.. forse è stato proprio questo che non mi ha fatto amare lucertola.
Io non sono un'amante di questo genere, preferisco quando le storie hanno un senso compiuto e hanno un minimo di collegamento tra loro.
Sono arrivata alla fine e l'unica cosa che sono riuscita a pensare è stato: "tutto qui? Quale era la morale di tutte queste storie?".
Forse sono io che  non sono riuscita a capire però la mia prima impressione è stata proprio questa.
Ripeto: le storie sono bellissime con uno stile che è tipico della yoshimoto e che ovviamente non sto a riscrivere.
Vi lascio  questo postscriptum che si trova alla fine del libro e che l'ho trovato talmente carico di significati che non potevo lasciarla li'  senza condividerlo:
Io credo che la concezione secondo cui "la vita è un'esperienza infernale" e quella secondo cui "la vita è un'esperienza paradisiaca", sebbene opposte, siano entrambe visioni mentali che hanno la stessa "quantità di significato" e per tanto si equivalgono. Non si tratta di scegliere quale è buona o cattiva, giusta o sbagliata, ma di riconoscere che le idee di inferno e paradiso prendono forma nel corso di un processo ininterrotto che chiamiamo "io". È soprattutto questo processo ininterrotto che qui mi interessava descrivere.
I personaggi di questi racconti sono tutti alle soglie di una trasformazione a cui potremmo dare il nome di "speranza": a un tratto si accorgono di qualcosa che fa rivivere loro sensazioni dimenticate e scoprono l'esigenza di entrare in azione come non hanno mai fatto in passato. Il loro disagio, la loro angoscia nel fare i conti con i propri fardelli spirituali e il sollievo della liberazione sono gli altri temi che tratto nel libro.

Qualcuno di voi ha letto questo libro? avete da consigliarmi qualcosa sempre di questa autrice?
il mio voto finale per questa lettura è di : 3 su 5