sabato 31 ottobre 2015

tag di halloween

buonasera a tutti,
come state? quali sono i vostri programmi per stasera?
io, attualmente, sono a lavoro quindi faccio ben poco ma stasera ci rilasseremo a casa guardandoci film di paura.. yeah che novità!!!

quello che vi propongo in questo giorno di paura è un semplice tag che ho preso da ombre angeliche.

1) qual è il tuo film di halloween preferito?
purtroppo non ce ne è uno solo, i titoli sono tantissimi ma quelli che mi vengono subito in mente sono: hocus pocus e a nightmare before christmas..
   


2) sei sempre stata un'amante di halloween?
si, fin da quando ne ho memoria.. mi è sempre piaciuta l'idea del "dolcetto o scherzetto"; mi piaceva tantissimo vedere in televisione i bambini che festeggiavano halloween e un pò l'invidiavo. so che è banale ma in fondo penso che sia normale: adoravo vestirmi da streghetta e truccarmi tutta strana..

3)come entri nello spirito di halloween? 
in realtà non faccio granchè, però nel periodo di ottobre mi piace sperimentare con la zucca, e quelle rare volte anche intagliarle (anche se non vengono mai come le vorrei!!)..
mi piacerebbe addobbare casa, ma tutti gli anni non ci riesco mai, quindi cosa faccio? mangio per lo più dolci, in quello sono davvero bravissima!! ahahah..

4) quale è la tua decorazione preferita di halloween?
scontatissima lo so ma la mia decorazione preferita rimane la zucca intagliata in tutte le forme possibili ed immaginarie..

5)quale è il tuo profumo preferito di halloween?
qui si apre un mondo perchè non ce ne è uno in particolare però vi posso dire che adoro il profumo del vin brulè, il profumo di mele cotte e ovviamente il profumo di zucca..

6) quale è il tuo dolce preferito di halloween?
i marshmallow indubbiamente.. anche a natale, ma per halloween in genere mi ci strafogo, soprattutto quando li metto in una bella tazza di cioccolata fumante!!

7)credi nei fantasmi?
domanda difficile perchè a bruciapelo direi subito di no, ma poi ripensandoci ti direi di si.. da questo punto di vista sono molto confusa..
e voi credete nei fantasmi? 

questo tag è finito, spero vi sia piaciuto e vi saluto..

lunedì 26 ottobre 2015

recensione il miniaturista


   
titolo: il miniaturista

autore: jessie burton

prezzo di copertina: 18 euro


In un giorno d'autunno del 1686, la diciottenne Petronella Oortman Nella-fra-le-nuvole è il soprannome datole da sua mamma - bussa alla porta di una casa nel quartiere più benestante di Amsterdam. È arrivata dalla campagna con il suo pappagallo Peebo, per iniziare una nuova vita come moglie dell'illustre mercante Johannes Brandt. Ma l'accoglienza è tutt'altra da quella che Nella si attendeva: invece del consorte trova la sua indisponente sorella, Marin Brandt; nella camera di Marin, Nella scopre appassionati messaggi nascosti tra le pagine di libri esotici; e anche quando Johannes torna da uno dei suoi viaggi, evita accuratamente di dormire con Nella, e anche solo di sfiorarla. Anzi, quando Nella gli si avvicina, seduttiva, memore dell'insegnamento della mamma ("Il tuo corpo è la chiave, tesoro mio"), lui la respinge. L'unica attenzione che Johannes riserva a Nella è uno strano dono, la miniatura della loro casa e l'invito ad arredarla. Sembra una beffa. Eppure Nella, che si sente ospite in casa propria, non si perde d'animo e si rivolge all'unico miniaturista che trova ad Amsterdam. Nella rimane affascinata da questa enigmatica figura che sembra sfuggirle continuamente, anche se tra loro si mantiene un dialogo sempre più fitto, senza parole, ma attraverso piccoli, straordinari manufatti che raccontano i misteri di casa Brandt. Amore e tradimento, rancori e ossessioni, sesso e sete di ricchezza s'incontrano tra i canali di Amsterdam.


buon lunedì a tutti come state? io non vedevo l'ora di parlarvi di questo libro che ho preso in biblioteca.
Ho tantissime cose da dire e non so nemmeno da dove cominciare!!
Partiamo dal fatto che sono molto confusa riguardo alla storia e all'andamento degli eventi; avevo letto recensioni molto contrastanti riguardo a questo libro e molti dei lettori si collocano tra il "bellissimo" e "bruttissimo".
Io invece, mi trovo esattamente a metà, mi è piaciuto, ma non del tutto e tutt'ora mi ritrovo a pensare a questo libro non riuscendo a capire se mi è piaciuto o meno.

è una storia comunque sia molto inquietante e la figura della miniaturista rimane un'incognita per tutta la storia persino nel finale non si accenna alla  sua storia, cosa che mi ha lasciato un amaro in bocca che non potete nemmeno immaginare. 

L'ambientazione è molto bella e caratteristica, tipica del periodo e di questo non ho niente da dire infatti.
Il punto forte di questo romanzo secondo me rimangono i personaggi, con i loro caratteri, segreti (per inciso:tutti hanno dei segreti in questa storia) e inquietudini che ti fanno rimanere incollata alle pagine perchè non vedi l'ora di scoprire cosa si cela dietro alle loro maschere.
Nonostante l'amaro finale, ho apprezzato l'andamento della storia e non avrei cambiato una virgola, se non la figura enigmatica della miniaturista.
Per quanto riguarda la protagonista, Nella, all'inizio l'ho trovata frivola e insignificante, ma con l'andare degli eventi ho visto una crescita interiore/personale che mi ha lasciata quasi di stucco. Da semplice ragazza di campagna si è tirata su le maniche cercando di venire a capo dei segreti della famiglia Brandt.


"Crescere, si rese conto Nella, non ti dà maggiori certezze.Ti dà solo maggiori ragioni per dubitare"



Non pensate a Nella come una Sherlock Holmes, perchè non è affatto così.
Dettata dalla disperazione per cercare di capire perchè il suo marito a stento le rivolge parola, si ritrova in mezzo a tutti i loro segreti e non sa come venirne a capo. Pensando ad uno splendido matrimonio si è ritrovata una cognata che è tutto meno che amichevole, i domestici che sembrano darle confidenza ma che in realtà non le vogliono dire niente e un marito, che santo non è. L'unica consolazione che ha sono quei pezzi che la miniaturista le manda e che spesso e volentieri la mettono in soggezione, tanto che pensa di essere impazzita.
Nonostante il buon senso le dica di troncare la relazione di lavoro con questa donna, non riesce a fare a meno di vedere quale sarà il prossimo pezzo che le invierà.

"è nella sofferenza che scopriamo davvero chi siamo"


Per concludere, ho trovato questo romanzo davvero molto travolgente; infatti ho finito di leggere più di 400 pagine in appena 3 giorni.
Sono rimasta delusa dal finale, ma non perchè finisce male ma perchè di tutte le vicende/segreti non se ne risolve nemmeno uno e rimani con tante domande e nessuna risposta.
A parte questo ve lo consiglierei? assolutamente si!!!


voto finale: 3 su 5 
(solo per il finale perchè altrimenti avrei dato voto pieno) 


giovedì 22 ottobre 2015

haul libresca 5#

bentornati a tutti,
in questo ultimo periodo ho accumulato un pò di libri tra i vari scambi e quelli che ho effettivamente comprato..
ho deciso che per un pò non ne prenderò altri a meno che non mi capiti uno scambio, anche perchè veramente adesso ne ho un bel pò da leggere.
partiamo quindi con il libro che ho avuto in scambio:
- cecelia aern un posto chiamato qui.
Dopo aver letto un paio di libri dell'autrice che mi sono piaciuti, ho deciso di recuperare anche gli altri.. piano piano riuscirò a prendere anche il resto.
I libri che ho comprato usati (non ho mai speso più di 3 euro per libro) sono:
-la casa degli spiriti.
Finalmente sono riuscita a recuperare uno dei libri più belli di Isabelle Allende. Attualmente ne è uscito uno nuovo di questa autrice e non vedo l'ora di leggerlo.
- stargazer.
Secondo libro della trilogia evernight. In questo momento è quello che ho sul comodino e che sto leggendo. È un volume di poche pagine per questo avevo deciso di metterlo tra le mie priorità
-hourglass.
Terso volume della trilogia evernight.

Quelli che invece ho comprato in edicola tramite il corriere della sera sono:
- cercando alaska
- teorema catherine
- città di carta
Tutti i libri di John Green praticamente. Sono curiosissima di leggere i primi due sperando che siano un pò meglio di città di carta.

 e per ultimo da classificare tra i libri che ho preso in prestito in biblioteca c'è: il miniaturista. Me lo sono divorato in 3 giorni e al più presto farò una recensione di questo libro stranissimo.

martedì 20 ottobre 2015

recensione città di carta


buonasera a tutti,
come state? io mi sento un pò più leggera dopo aver passato il fine settimana a mirabilandia.. yeah!! avevo bisogno di staccare la spina e allontanarmi un pò dal mio paese..
comunque, sono riuscita a comprare diversi libri di questo autore, di cui avevo letto colpa delle stelle..
Vidi su youtube una ragazza che aveva acquistato un suo libro tramite il giornale il corriere della sera al modico prezzo di 7,9 euro.. non ho perso tempo ed oggi ho preso l'ultimo della serie..
trama:
Quentin Jacobsen è sempre stato innamorato di Margo Roth Spiegelman, fin da quando, da bambini, hanno condiviso un'inquietante scoperta. Con il passare degli anni il loro legame speciale sembrava essersi spezzato, ma alla vigilia del diploma Margo appare all'improvviso alla finestra di Quentin e lo trascina in piena notte in un'avventura indimenticabile. Forse le cose possono cambiare, forse tra di loro tutto ricomincerà. E invece no. La mattina dopo Margo scompare misteriosamente. Tutti credono che si tratti di un altro dei suoi colpi di testa, di uno dei suoi viaggi on the road che l'hanno resa leggendaria a scuola. Ma questa volta è diverso. Questa fuga da Orlando, la sua città di carta, dopo che tutti i fili dentro di lei si sono spezzati, potrebbe essere l'ultima.

considerazioni personali:

questo è uno dei classici libri in cui pensi: carino, ma nella vita reale non esiste una storia così!!
con tutto questo non dico che non mi sia piaciuto, anzi..
Però mi aspettavo qualcosa di più concreto e il finale mi sembra tirato via.
Mi aspettavo qualcosa di diverso dopo essermi subita tutte le seghe mentali del povero ragazzo Quentin!
Arrivi in fondo alla storia e pensi: tutto qui? 
Ho trovato la storia comunque sia emozionante, con quel pizzico di avventura che ho apprezzato molto.
Gli indizi che Margo lascia sono carini e studiati bene e mentre leggi non puoi far a ameno di pensare a quale sia la soluzione dell'enigma.. sarà là? starà bene? ma perchè lo fa? per chi lo fa?
Da questo punto di vista ho davvero apprezzato la storia e la leggerezza con cui viene narrata. 
Non manca ovviamente l'ironia degli amici che rendono ancora di più la storia divertente e molto scorrevole.
I vari caratteri dei personaggi sono ben definiti, ognuno gioca il suo ruolo: da una parte c'è Quentin, un ragazzo normale, studente modello che non fa mai forca e che vive una vita ordinaria e senza contare che è stracotto di Margo fin da quando si è trasferita nel suo quartiere. Da l'altra c'è Margo, una ragazza piuttosto popolare a scuola, per niente ordinaria, ribelle e trasgressiva, che ha un rapporto molto conflittuale con i suoi genitori.
Sono l'uno l'opposto dell'altro, ma ho tifato per Quentin sin dall'inizio..
In conclusione è un libro che consiglio di leggere a chi ha voglia di vivere un pò di avventura e a cui piacciono le cacce al tesoro..

voto finale: 3 su 5

venerdì 16 ottobre 2015

Recensione la bussola d'oro


Buongiorno a tutti, come state?
è un pò che non scrivevo un post ma queste ultime settimane sono state molto frenetiche e difficilmente ho trovato un pò di tempo per me.
Penso che ve ne parlerò nel prossimo weekly update che per altro è una vita che non aggiorno..
Ma va bè cominciamo con la recensione di questo libro che sono riuscita ad avere tramite scambio..

trama:
 Lyra vive al Jordan College di Oxford. Ma il mondo di Lyra è ben diverso dal nostro. Oltre l'Oceano c'è l'America, ma lo stato più importante di quel continente si chiama Nuova Francia; giganteschi orsi corazzati regnano sull'Artico; lo studio della natura viene chiamato "teologia sperimentale". E soprattutto ogni essere umano ha il suo daimon: un compagno, una parte di sé, di sesso opposto al proprio, grazie al quale nessuno deve temere la solitudine. Ma questo mondo sta per attraversare un periodo critico.

considerazioni:
parto dal presupposto che avevo grandi aspettative riguardo al libro in quanto avevo visto il film tempo fa e mi era piaciuto davvero tanto.
All'inizio l'ho trovato un pò pesantino e infatti non riuscivo proprio ad andare avanti. C'è tutta una parte descrittiva secondo me inutile. Vengono descritti nel minimo dettaglio luoghi e sensazioni della protagonista che l'ho trovati noiosi, mentre invece sulla parte dei daimon che, invece avrei voluto saperne di più, c'era poco o nulla.
Superate comunque le prime 50 pagine ho cominciato ad interessarmi di più a questa storia e in pochissimo tempo l'ho finito. Mi ha appassionato talmente tanto che non vedo l'ora di leggere i seguiti.
La cosa che mi è piaciuta di più sono proprio i daimon. L'anima è qualcosa che abbiamo noi nel nostro cuore, è qualcosa che non si può vedere nè toccare, invece qui l'anima di ciascuno di loro è personificata in un daimon, un animale che deve essere del sesso opposto alla persona assegnata.
Che dire della protagonista Lyra? io l'ho amata sin dall'inizio. Ha un carattere molto forte, ma al tempo stesso molto fragile. è una bambina di 11 anni, orfana che è cresciuta in un college di accademici; è molto intelligente per la sua età con una fervida immaginazione (tipica dei bambini..).
Se c'è un altro personaggio che ho amato quello è proprio Iorek Birnison, l'orso corazzato che Lyra è riuscita ad avere dalla sua parte. Un aiuto più che prezioso in innumerevoli occasioni. Anche Iorek ha dietro una storia molto complicata, ma nonostante tutto si affeziona alla bambina come non era mai successo in vita sua.
Sono rimasta un pò sconcertata sul finale, che non ricordavo assolutamente, ma sono comunque curiosa di leggere i seguiti.
In conclusione, è una storia fantasy bellissima, una delle più belle a mio avviso e spero che gli altri lo siano altrettanto.
    

giovedì 8 ottobre 2015

recensione k-drama: who are you school 2015

School-2015-Who-Are-You-05

buongiorno a tutti,
era da tanto che non parlavo di k-drama.. come molti di voi sapranno adoro le serie tv orientali, in particolare quelli coreani.. in realtà, mi piacciono tantissimo anche quelli giapponesi, ma non riesco a trovarne molti sul web e quei pochi che ci sono non hanno una benchè minima traduzione.
Comunque, oggi volevo introdurvi questo k-drama che ho concluso verso luglio (oddio quanto tempo è passato!!).

trama:
E' la storia di due ragazze molto diverse, ma con lo stesso volto.
Una è vittima di bullismo, non ha amici ed è orfana ma ha un cuore da far invidia a qualsiasi santo, l'altra ha un carattere tosto e non si fa mettere i piedi in testa a nessuno e ha una vita molto più facile: una bella casa, una mamma che le vuole bene amiche fidate e comunque in classe è benvoluta oltre ad essere brava negli studi. Eppure Eun Byul ha dei segreti che non vuole rivelare.
La prima, Eun Bi, dopo l'ultima umiliazione subita a scuola  decide di togliersi la vita e si getta in un fiume.
Nello stesso giorno è in città Eun Byul in gita, che a un certo punto scompare. Eun Bi, che dopo il tentato suicidio ha perso la memoria, viene scambiata per lei e non può far altro che vivere questa vita.
Tutto si fa più complicato quando nella stessa classe di Eun Bi arriva una nuova studentessa, che altro non è che la tiranna che la picchiava e la umiliava nella vecchia scuola.
A quel punto, Eun Bi comincia a ricordare..


Leggendo vari articoli sui forum ho scoperto che questo drama fa parte della serie school, che ha come unico obiettivo quello di far vedere problemi reali, come il bullismo.
Penso che tutti sappiate che in oriente quello del bullismo e di conseguenza del suicidio, sia da parte di ragazze che di ragazzi, è un problema davvero serio che li affligge costantemente. I casi di questo genere sono all'ordine del giorno.
Chiudendo questa parentesi, ho davvero apprezzato questo dorama, non tanto per la storia d'amore quanto l'argomento trattato che vi ho già detto sopra.
Il bullismo è un tema che mi sta molto a cuore e mi piace leggere o vedere dei lieti fine..
Inutile dire che me lo sono guardato tutto d'un fiato, anche perchè un pò ti immagini come va a finire però non sai che cos'è che collega Eun Bi ad Eun Byul.. 


la tiranna


le protagoniste

gli amici

ovviamente in ogni drama che si rispetti, non può mancare il triangolo amoroso e che ve lo dico a fare?
In conclusione, comunque, è un drama molto bello che consiglio a tutti. 
Fatemi sapere se qualcuno di voi lo ha visto e intanto vi lascio l'ost (che ho come suoneria sul telefono.. ehehe).. a presto!!



sabato 3 ottobre 2015

recensione manga rosario vampire

ciao a tutti,
come state? come vi avevo promesso nel precedente post, oggi voglio parlarvi (finalmente!) di questo manga fighissimo

 foto di una parte della mia libreria


Partiamo brevemente con la trama di questo manga:
Tsukune Aono è un normale studente delle superiori che, per via dei suoi bassi voti, non è riuscito a entrare in nessuna scuola privata. Per un caso fortuito viene ammesso alla accademia Youkai, che però si rivela essere una scuola segreta per mostri e creature mistiche. Qui incontra la bella Moka Akashiha, un vampiro attratto dal profumo del sangue di Tsukune. Nonostante l'appartenenza a razze differenti, i due divengono buoni amici.

Come già accennato in diversi post, questo è uno dei miei manga preferiti, che scoprii a suo tempo a Lucca comics and game.
Infatti il primo volume, lo comprai in fiera e da lì è stato amore.
Non c'è mai stato un numero che mi abbia annoiato o che lo abbia trovato inutile e non inerente alla storia, e già questo per me conta tantissimo. Un manga, per me, per essere bello, lo deve essere dall'inizio alla fine.
Ovviamente ho sempre tifato per Moka e Tsukune e l'ultimo numero per me è stato a dir poco favoloso.
Ho fatto fatica però, nell'ultimo numero a capire che cosa stavano dicendo, ovvero c'è un intreccio che subito non avevo afferrato. Infatti, me lo sono dovuto rileggere un paio di volte per capire.
A parte questo, ve lo devo ridire che mi è piaciuto? non l'ho ancora detto vero? 
Non voglio spoilerare niente, anzi questa è una mia considerazione personale, ma il finale mi fa sperare in una prossima stagione.. O almeno, io ci spero con tutta me stessa perchè mi piacerebbe vedere un finale più concreto, anche se già così lo potrebbe essere.
Ovviamente, a me non basta!!!

voto finale per questo manga: 5 su 5


venerdì 2 ottobre 2015

preferiti del mese di settembre


ciao a tutti,
come state? qui è finalmente arrivato il freddo!!! quindi diciamo ciao a settembre e diamo il benvenuto al mese di ottobre..
cominciamo con i preferiti del mese di settembre:

libro preferito

Dovete sapere che nel mese di settembre non ho letto moltissimo, più che altro mi sono concentrata sui manga. Gli unici due libri che ho letto sono stati: lucertola di Banana Yoshimoto e  la casa dei fantasmi.
Indubbiamente, il mio preferito è stato il secondo.
Attualmente sto leggendo la bussola d'oro ma per ora non mi sta conquistando come speravo.



manga preferito

In realtà questo mese ho ben 2 manga tra i miei preferiti e, come potete immaginare, non sapevo davvero quale scegliere. Sono i miei manga preferiti in assoluto e non potete capire quanto mi dispiaccia che Rosario Vampire sia finito.. Si.. quello che vedete in foto è l'ultimo numero.. sigh.. presto ve ne parlerò, ve lo prometto!!

 accessorio preferito

questo mese ho indossato quasi tutti i giorni questo anello che  mi era stato regalato dai miei cognati diversi anni fa.. è della Fossil e nonostante tutto non sono mai riuscito ad apprezzarlo più di tanto; non tanto perchè non mi piaccia, ma perchè con gli anelli non vado molto d'accordo..
Sto cominciando adesso ad apprezzarli ed essendo questo uno dei pochi che ho me lo sono messo spesso.


canzone preferita del mese

 questo mese sono in fissa con le canzoni della Michielin.. non so perchè, non chiedetemi il motivo.

drama preferito

questo mese ho guardato un paio di k-drama, cosa che non facevo da un pò in effetti.
In particolare, ho finito di vedere Pinocchio e  Orange Marmalade (che è in corso quindi non sono proprio alla fine).



quello che ho apprezzato di più è stato Pinocchio e spero di riuscire a postare qualcosa al riguardo.
Risultati immagini per pinocchio k-drama


film preferito

nel mese di settembre siamo andati al cinema, solo una volta, a vedere Inside Out, che, inutile dire, ci è piaciuto tantissimo.


quale è il vostro personaggio preferito? il mio è sicuramente quello dell'ira, senza ombra di dubbio.
è un film bellissimo, che mi ha fatto piangere e mi ha fatto sorridere, adatto più che ai bambini, a noi adulti.

bene, anche per oggi il post termina qui.. alla prossimaaaaa