lunedì 23 novembre 2015

recensione cercando Alaska

buon lunedì a tutti,
come state? io mi sento energica, in quanto oggi è il mio primo giorno di lavoro vero!!! yeah, sono troppo carica..
a parte questo, in questa bellissima mattinata voglio parlarvi di questo libro, l'ultimo della serie John Green.
Mi ero ripromessa di non leggerne altri di lui in questo momento e di cambiare aria, ma non ci sono riuscita e così eccoci qua.
 


titolo: cercando Alaska
autore: John Green
editore: Rizzoli
prezzo: 7,9 con corriere della sera

trama:
Miles Halter, sedici anni, colto e introverso, comincia a frequentare un'esclusiva prep school dell'Alabama. Qui lega subito con Chip, povero e brillantissimo, ammesso alla scuola grazie ad una borsa di studio, e con Alaska Young, divertente, sexy, attraente, avventurosa studentessa di cui tutti sono innamorati.
Insieme bevono, fumano, stanno svegli la notte, e inventano scherzi brillanti e complicati. Ma Miles non ci mette molto a capire che Alaska è infelice, e quando lei muore schiantandosi in auto vuole sapere perchè. 
è stato davvero un incidente? o Alaska ha cercato la morte? 

considerazioni personali:
questo libro devo dire che mi ha stupito molto, in senso positivo ovviamente. Finalmente ho ritrovato un pò di quel John Green che avevo apprezzato in colpa delle stelle.
Sinceramente, non l'ho trovato particolarmente bello ed emozionante come quello, però ci siamo vicini.
è una storia commuovente, senza ombra di dubbio, e i personaggi non sono particolarmente stereotipati; tra città di carta, teorema Catherine e cercando Alaska, questo è indubbiamente il più bello.
Ogni personaggio principale, in tutti i libri di questo autore, hanno una caratteristica particolare, che a modo loro li rende unici e particolari.
In questo caso Miles è appassionato di autobriografie, in particolare conosce "le ultime parole famose" di moltissimi personaggi famosi (scrittori, presidenti e chi più ne ha più ne metta).
è una cosa che ho adorato e che ho trovato molto tenera.

Ne so tante,  di ultime parole famose. 
Ma le sue non le saprò mai.


Invece, il suo amico Chip sa tutto in fatto di geografia, conosce le capitali di tutto il mondo, anche quelle più strane e sconosciute e tante altre cose.
Alaska, infine, non ha qualcosa di particolare che la distingue però la sua stanza è costituita da pile di libri accatastate ovunque. La sua biblioteca personale è tutto ciò a cui tiene di più e per me questo basta e avanza per farmela piacere.
Scherzi a parte, quando Alaska è morta quasi non ci volevo credere e continuavo a leggere pensando: "no, non è possibile, vedrai che nella prossima pagina ci sarà scritto che era tutto uno scherzo". e invece niente.
Mi sono immedesimata moltissimo nei loro stati d'animo, nella loro disperazione e inquietudine; mi ha toccato nel profondo e il finale l'ho trovato davvero molto azzeccato e ben fatto.

Se solo potessimo vedere l'infinita catena di conseguenze derivanti da ogni minimo gesto.
 E invece ce ne rendiamo conto soltanto quando rendersene conto non serve più a nulla.

Miles è partito per il college per cercare quel "grande forse " che a casa non riesce trovare e quando conosce Alaska si rende conto che ha tanto da apprendere da lei e pensa di averlo trovato.
Alaska è una ragazza molto lunatica, con talmente tanti segreti da renderla enigmatica dall'inizio alla fine. 
è impossibile conoscerla al 100%e proprio per questo si lascia un vuoto dietro di sè abissale; nonostante questo Miles se ne innamora e leggere questa storia così struggente provo pena e compassione verso di lui che non riesce a capire il perchè di tutto.. Chi era Alaska? perchè è successo tutto questo?
Sono domande che vengono spontanee e che non avranno mai una risposta.
il mio voto finale per questo libro è: 3 su 5


venerdì 20 novembre 2015

recensione cuore d'inchiostro

buonasera a tutti,
come promesso ecco la mia opinione su questo libro che desideravo da tanto leggere.

L'ho preso in biblioteca, e infatti la copertina è logora da quanto è stato letto, ma questi sono dettagli (potrei uccidere per una copertina così sciupata!!!)..
Piccolo appunto per questo libro: questa edizione non è stata pensata molto bene, in quanto tenere in mano un mattone di questa portata mi ha fatto venire la tendinite.. sto scherzando ovviamente, però è veramente peso da tenere in mano.
A parte questo cominciamo con la trama:

Maggie ama i libri. E li ama moltissimo anche il padre Mo, che però si rifiuta di leggerli ad alta voce.
Se lo facesse, infatti, porterebbe la vita nei libri e i personaggi dei libri alla vita.
In una notte crudele lesse "Cuore d'inchiostro" e un malvagio signore dal cuore nero, Capricorno, si liberò dai lacci delle parole per materializzarsi nel suo salotto. In quell'attimo fatale accadde anche qualcosa di più grave: la moglie di Mo scomparve per sempre tra le pagine del libro. E ora il perfido Capricorno cerca Mo per piegare i suoi poteri a perfidi scopi.

Impressioni personali:
come vi avevo già accennato in uno dei post precedenti, mi sono dedicata a questo libro perchè l'ho sentito molto tra le ragazze di youtube e avendo visto il film mi sono decisa a prenderlo in mano.
Ho rivisto anche il film in questi giorni e dal bel ricordo che avevo adesso quasi non mi piace più.. è completamente diverso dal libro!!!! qualcosa di diverso c'è sempre ma qui cavolo lo è quasi tutto..
Comunque parliamo del libro.
Inutile dire che l'ho adorato dall'inizio alla fine ed ho un pò di paura di leggere i seguiti.
La scrittura è molto semplice, adatta ad un target un pochino più infantile/adolescenziale, ma non per questo brutta. La storia è molto scorrevole ed è difficile non immergersi in questa avventura ricca di emozioni.
Sentire Maggie, Mo, ma anche la zia parlare di libri con così tanta passione mi ha fatto venire ancora più voglia di leggere e lasciarmi travolgere dalle storie.
Mi è venuta quasi voglia di piangere quando hanno bruciato tutti i libri della zia, è quasi come se avessi sentito il suo dolore verso quelli che lei considerava suoi figli..

- Ma scusa, lo dici sempre anche tu: i libri devono essere pesanti perchè dentro hanno il mondo intero.

è troppo bello!!! non riesco a dirvi con le parole quello che ho provato per questo libro, ma vi assicuro che non ne rimarrete delusi.
Mi ha lasciato un bellissimo ricordo addosso e appena ne avrò l'occasione lo voglio comprare.

voto finale: 4 su 5


lunedì 16 novembre 2015

haul libri e manga 6#

buon lunedì a tutti,
come state? come iniziare al meglio la settimana se non facendovi vedere le ultime entrate?
Vi dico subito che non sono tantissime, però ci tenevo a farvele vedere..
A proposito.. che ne pensate della nuova grafica del blog? ne ho provate diverse, ma non essendo brava con la tecnologia sono andata sul semplice..
Comunque, partiamo dai manga:

- Mairunovich 2 e 3
- Tokyo ghoul 1,2,3,4,5,6.


Finalmente sono riuscita a recuperare un paio di numeri di questo manga. Avevo ricevuto il primo tramite uno scambio e da lì me ne sono innamorata. Niente che non abbia già letto, nel senso che la storia è molto simile ad altre però, per ora, è carino e quindi ho intenzione di continuarlo.



 Questo manga lo aveva cominciato a leggere mio marito e non avendo altro da leggere in quel momento l'ho iniziato anche io. Mi sta piacendo tantissimo, è una storia molto particolare e intrigante.
Non a caso è entrato nei miei preferiti del mese di ottobre (se non avete letto il post lo trovate qui).
Al momento ho letto i primi quattro numeri e se continuo di questo passo, mi ritroverò a finire gli altri due in men che non si dica.
Se qualcuno di voi li sta leggendo fatemi sapere cosa ne pensate.
Passando ai libri queste sono le mie ultime entrate:
- cuore d'inchiostro
- half bad 
-sette volte sette



Half bad era tanto che lo volevo leggere, in quanto su youtube ne ho sentito parlare benissimo.
La trama mi intriga parecchio quindi spero che non sia deludente.
Per quanto riguarda l'altro libro che vedete nella foto sopra, l'ho comprato su richiesta/consiglio di una persona. è un libro che racconta sette storie di sette donne che hanno subito violenze fisiche e psicologiche da parte di persone spesso estranee.
Giusto la scorsa settimana una mia collega di lavoro è stata pestata da un vicino di casa. In quel momento mi sono sentita così impotente e dispiaciuta per lei che non posso fare finta di niente.
Per l'appunto questa scrittrice/psicologa verrà qui da noi il 28 novembre e non vedo l'ora di incontrarla.


Infine, cuore d'inchiostro. Anche questo l'ho preso perchè sempre da una youtuber ne ho sentito parlare benissimo, e in ogni tag spunta sempre fuori.
Avevo visto il film diversi anni fa e mi era rimasto un ricordo molto bello e proprio per questo mi sono decisa a leggerlo.
L'ho finito, quindi aspettatevi al più presto una recensione che vi dico subito, sarà positiva.
Queste sono state le ultime entrate, fatemi sapere se avete letto qualcosa tra questi o se avete libri da consigliarmi.
A presto..

giovedì 12 novembre 2015

recensione Teorema Catherine

Buongiorno a tutti,
in questa bellissima giornata di sole mi è proprio venuta voglia di parlarvi di questo libro, che vi dico subito che ho odiato!!

Risultati immagini per teorema catherine libro

Autore: John Green
Prezzo: 7,9 euro con corriere della sera
Casa editrice: Rizzoli


Trama:
Da quando ha l’età per essere attratto da una ragazza, Colin, ex bambino prodigio, forse genio matematico forse no, fissato con gli anagrammi, è uscito con diciannove Catherine. E tutte l’hanno piantato. Così decide di inventare un teorema che preveda l’esito di qualunque relazione amorosa. E gli eviti, se possibile, di farsi spezzare il cuore un’altra volta. Tutto questo nel corso di un’estate gloriosa, passata con l’amico Hassan a scoprire posti nuovi, persone bizzarre di tutte le età, ragazze speciali che hanno il gran pregio di non chiamarsi Catherine.

considerazioni personali:
partiamo dal presupposto che non mi è piaciuto per niente.
Se città di carta mi aveva sdubbiato con questo potrei già chiudere il capitolo John Green e non leggere più niente di suo.
Ho amato tantissimo colpa delle stelle e proprio per quel libro avevo deciso di comprare anche gli altri di questo autore, sbagliando ovviamente!!
I personaggi sono noiosi e molto simili a quelli di città di carta, ovvero il ragazzo genio, bravo a scuola ma impopolare. La paura più grande di Colin è quella di non essere ricordato e di non riuscire a diventare famoso. è il cosiddetto "genio mancato" che a differenza dei bambini prodigi, lui non è niente, non ha vinto premi Nobel, non ha finito il college all'età di 11 anni (come di solito fanno i bambini prodigi)ecc..
A me il suo comportamento mi ha fatto venire i nervi già dalla prima volta che ha aperto bocca, mi veniva proprio la voglia di prenderlo a schiaffi.
è sempre pessimista, su tutto, e in più subisce tutto in maniera passiva, insomma è antipatico da morire.
Al suo fianco chi troviamo? il suo migliore amico, che lo segue come un cagnolino fidato, che lo ascolta e lo sopporta ogni qual volta viene mollato da una Catherine. Il solito amicone, che ad un certo punto della storia non ne può più dei continui piagnistei di Colin e lo sveglia a suon di menate e litigi.
A quel punto Colin scende dal suo piedistallo e dal suo mondo di ovatta e capisce che al mondo non esiste solo lui.
E per ultima, ma non per questo meno noiosa, la ragazza di cui si innamora, Lindsay, la-non-Catherine. Come in città di carta è la classica ragazza bellissima, che sta insieme al più figo della scuola e che finge di essere superficiale per essere amata da tutti. Ma ovviamente non permette a nessuno di conoscere il suo lato dolce e bello, se non al povero Colin che non può fare altro che starle vicino e fare l'amicone.

Con questi tre personaggi ho riassunto quasi tutta la storia.
Di per sè, come storia non sarebbe neanche brutta, ma i personaggi me l'hanno fatta odiare dall'inizio alla fine.
Ci sono dei punti che ho riso, che ho trovato veramente divertenti e che mi hanno fatto respirare aria di adolescenza, di spensieratezza, come dovrebbero essere i ragazzi a quell'età; e altri momenti, che invece ho chiuso il libro e messo sul comodino perchè mi facevano addormentare.
La storia è ricca di flash back di Colin, che in un certo senso ho trovato utili e carini per poter capire al meglio la vita passata del protagonista, di come ha fatto a stare insieme a così tante Catherine e perchè tutte con quel nome.
Da questo punto di vista, la storia mi piaceva e l'ho trovata anche interessante.
Per non parlare dello sviluppo del suo Teorema Catherine.
Il libro è ricco di grafici dimostrativi a favore del suo tema e altre parabole varie.
Premesso che non sono mai stata brava  in matematica e che non ci ho mai capito niente, quei grafici sono talmente semplici che sono riuscita a seguirli anche io. Quindi altro punto a favore.
Purtroppo però, non mi sento di consigliarlo, anche se questa è una mia opinione personale.

valutazione finale: 2 su 5

sabato 7 novembre 2015

recensione hourglass e stargazer

ciao a tutti,
finalmente riesco a parlarvi di questi due libri facenti parte della saga di evernight..
Essendo due librini piccoli ho deciso di fare una recensione unica.
Se non avete letto il primo vi consiglio di fermarvi qui..

  
trama:
Lucas, l'erede della congrega di cacciatori della Croce Nera, viene smascherato e allontanato dall'Accademia di Evernight. Il ragazzo e la sua innamorata Bianca, futura vampira, faranno di tutto per tornare insieme, nonostante ogni cosa si metta contro di loro: i genitori, i membri dell'Accademia, i feroci cacciatori e anche una nuova, spettrale presenza che minaccia la giovane.


considerazioni personali:
Il primo volume, come vi avevo detto qui, mi era piaciuto abbastanza nonostante qualche incongruenza.
Nel secondo e terzo volume sono felice di dirvi che queste incongruenze sono spiegate in modo sublime..
Nel primo vi dissi che lei non sapeva di essere un vampiro finchè non si è ritrovata con i suoi denti sul collo di Lucas. A quel punto si è come svegliata e si è ricordata che i suoi genitori l'hanno sempre preparata a quel momento.
Detto così può sembrare anche quasi normale, ma vi assicuro che nel primo volume era spiegato in modo veramente assurdo; tanto che mi aveva sdubbiato un pò.
A parte questo particolare con cui si è riscattata splendidamente nei volumi seguenti, ho trovato i continui molto molto carini.
è una storia molto semplice e per niente ripetitiva. Non cade mai nei soliti clichè come tante storie sui vampiri.
Anzi, questa nel terzo volume aggiunge anche delle figure in più, che sono gli spettri.
Non sono i fantasmi carini che possiamo pensare noi. Questi sono cattivi e invidiosi della vita degli umani, ma ancor di  più di quella dei vampiri, il quale sono da sempre rivali.
Ma cosa lega i fantasmi a Bianca? Perchè vogliono a tutti costi la vita di questa pseudo-vampira?
Non voglio dirvi di più per paura di raccontare anche troppo, però non vedo l'ora di leggere l'ultimo capitolo e vedere come ha risolto tutto. Si perchè ovviamente il terzo finisce troncato a metà.. dannazione!!! 
Per quanto riguarda la storia d'amore tra Bianca e Lucas, non so.. mi ricorda tantissimo la storia di Romeo e Giulietta.
è una storia comunque sia molto tenera e giovanile, forse è per questo che non riesco a far a meno di fare il tifo per loro..
Speriamo che tutto si risolva per il meglio.
Spero, inoltre, che questa recensione vi sia piaciuta.. Alla prossima..



venerdì 6 novembre 2015

i preferiti di ottobre

ciao a tutti,
come state? ed anche il mese di ottobre è passato ed io ne sento già un pò la mancanza; è uno dei mesi che preferisco di più in assoluto e poi quest'anno sono successe tante cose carine quindi come posso non amarlo?
bando alle ciance e cominciamo subito con il libro preferito del mese

libro

nel mese di ottobre ho letto diverse cosine ma il mio preferito in assoluto è stato indubbiamente il miniaturista.
se volete leggere la mia recensione cliccate qui. l'ho trovato inquietante, ma è comunque una lettura da non farsi scappare.

manga

questo mese devo essere sincera, non ho letto quasi niente di manga, ma mi sono interessata tantissimo a questo in particolare: tokyo ghoul. Ho letto solo il primo numero, ma per ora mi piace.


canzone del mese


questa canzone l'avrò ascoltata un milione di volte.. Me ne sono innamorata dalla prima volta che l'ho sentita nel drama che vi andrò a dire nei k-drama preferiti.

drama
anche per il mese di ottobre sono riuscita a guardare qualche k-drama.. L'unico però che ho concluso è stato to the beautiful you, un k-drama molto molto carino quanto improbabile.. presto ve ne parlerò in un post.






accessorio preferito

Purtroppo, questo mese non ho un accessorio che ho usato assiduamente, anzi.. con l'arrivo del freddo è difficile che mi metta una collana o un bracciale, soprattutto con i maglioni di lana e con collo alto..


film



Questo è un bellissimo thriller che ci siamo visti per concludere la serata di halloween.. lo so, non c'entra niente con la festa ma l'avevamo noleggiato e quindi ce lo siamo visti..
L'abbiamo visto tutto d'un fiato e dicevamo per l'appunto quanto fosse fatto bene e poi arrivi alla fine pensando : "eccoci, siamo alla resa dei conti, vediamo che cosa hanno inventato!!" e invece..
sono rimasta malissimo del finale, ma tutto il resto era veramente una genialata..

bevanda preferita

Ho voluto aggiungere anche la bevanda in quanto con l'arrivo del freddo mi sbizzarrisco di più con le bevande calde e non..
In particolare, ho già cominciato con le cioccolate calde; per ora con la cioccolata classica, ma piano piano proverò qualcosa di un pò più strano..





martedì 3 novembre 2015

update del mese di ottobre

ciao a tutti,
prima di pubblicare il post dei preferiti del mese di ottobre ho deciso di fare prima questo.
Come vi avevo già accennato, era da tanto che non aggiornavo la rubrica di weekly update, ed essendo rimasta molto indietro ho pensato che era meglio fare un riordine generale di tutto il mese di ottobre.
Sappiate che io adoro le mezze stagioni ed ora che è venuto un pò di freddo ho ripreso le mie routine quotidiane e anche qualcosa di nuovo.
Ma cominciamo con le cose belle che mi sono capitate in questo mese:

1) Primo fra tutti non potevo non dirvi che finalmente ho trovato lavoro nel mio settore.
sono troppo emozionata e anche un pò impaurita; come sempre mi faccio prendere dall'ansia perchè ho paura di sbagliare, di non essere all'altezza ecc.. Ho ripreso in mano i libri per non fare figuracce.
Non ho ancora iniziato perchè mi hanno detto che ci vorrà ancora una settimana fra il presentare le carte e tutto il resto, ma intanto ho già firmato il contratto e questo mi rilassa parecchio.
Come alcuni di voi sapranno le vecchie esperienze mi hanno messo un pò in guardia riguardo al lavoro, nel senso che spesso mi dicevano che mi avrebbero assunto, che mi avrebbero fatto un contratto e poi niente!!
Quindi fino a che non mi sono vista il contratto davanti non ho detto niente a nessuno e non ho festeggiato..

2) Sono stata a mirabilandia un fine settimana con la mia famiglia.
siamo partiti il 16 sera e il 17-18 siamo stati al parco. è stato veramente qualcosa di bello ed emozionante.
Io non c'ero mai stata nel periodo di halloween e devo dire che hanno organizzato il tutto in maniera egregia e in più il tempo quel fine settimana ci ha graziati, quindi siamo potuti rimanere fino alle 22 nella parte horror a vedere zombie, mostri e chi più ne ha più ne metta.
Tutto troppo bello!!!





3) Ultimo ma non ultimo, siamo stati a lucca comics and games.
quest'anno ci siamo organizzati per andarci di venerdì e godercelo un pò di più.
in effetti è tutta un'altra storia.. gente ovviamente ce n'era ma non così pieno da non riuscire a fare un passo.
non abbiamo preso il biglietto, quindi dentro gli stand non ci siamo potuti entrare e un pò mi è dispiaciuto perchè volevo andare al japan town a prendere delle cose che mi interessavano.
acquisti ne ho fatti pochi, ma ve li farò vedere in un post a parte.





Infine passiamo alla cose brutte di questo mese:

1) ho solo questa cosa che mi sta stressando parecchio, ovvero la perdita di capelli.
è vero che questo è il cosiddetto periodo delle castagne e di conseguenza è normale perderne qualcuno, ma la mia condizione non rientra in questa categoria. per me è sempre il periodo delle castagne, tutto l'anno i miei capelli cadono e nemmeno pochi.
Ho fatto analisi del sangue, diverse cure ma niente, non accenna a migliorare.
Adesso sono andata da un dermatologo che mi ha segnato una cura, ma anche questa secondo me non andrà a buon fine. come faccio a saperlo? semplice.. quel deficiente che mi doveva visitare non mi ha neanche guardato i capelli, mi ha segnato una cura e basta.
Ma vi sembra normale? mi ha guardata la mia farmacista di fiducia e mi ha detto che ho la dermatite nel cuoio capelluto, cosa che non sapevo nemmeno di avere.. a volte sono più competenti loro dei dottori..
ma va bè lasciamo perdere..

2) Ho tagliato i capelli.. Sappiate che mi ci piange il cuore, ma a causa della perdita di capelli mi è stato consigliato di tagliarli e portarli un pò più corti..




Questo è quello che mi è capitato nel mese di ottobre, spero di non avervi annoiato con tutte queste chiacchiere.. a presto..